Consulenza Fiscale Tributaria Studio in Seregno Via Cadore 9
Consulenza Fiscale Tributaria Studio in Seregno Via Cadore 9

Tenetevi aggiornati

In questa sezione vi teniamo aggiornati sugli ultimi adempimenti e novità in ambito fiscale.

Aggiorniamo regolarmente questa pagina con le ultime novità. Questo vi consentirà di essere sempre al passo con i tempi.

 

In mancanza dell'atto definitivo, benefici prima casa disconosciuti

Decade dall'agevolazione il contribuente che era a conoscenza o poteva conoscere che l'immobile oggetto del contratto preliminare era sottoposto a esecuzione immobiliare

immagine di trasloco

Come noto, ai fini dell'applicazione dell'aliquota ridotta dell'imposta di registro dovuta per l'acquisto della prima casa, è previsto che, in caso di trasferimento per atto a titolo oneroso o gratuito degli immobili acquistati con i suddetti benefici prima del decorso del termine di cinque anni dalla data del loro acquisto, sono dovute le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, nonché una sovrattassa pari al 30% delle stesse imposte.
In questo senso, è la disciplina dettata dalla nota II-bis, dell'articolo 1, comma 4, allegata alla tariffa del Dpr n. 131/1986, ove si aggiunge che le predette disposizioni non si applicano nel caso in cui il contribuente, entro un anno dall'alienazione dell'immobile acquistato con i benefici di cui al mentovato articolo, proceda all'acquisto di altro immobile da adibire a propria abitazione principale.

Nella controversia oggetto della decisione di legittimità 2613/2016, la contribuente aveva stipulato un contratto preliminare di permuta dell'immobile, ma non aveva mai proceduto alla stipula del successivo contratto definitivo, perché il bene oggetto del contratto di permuta risultava colpito da domanda di esecuzione forzata trascritta in data antecedente alla vendita dell'immobile acquistato fruendo del beneficio prima casa.......continua su http://www.fiscooggi.it/giurisprudenza/articolo/mancanza-dellatto-definitivobenefici-prima-casa-disconosciuti

 

estratto da fiscooggi.it

 

Attuazione della riforma fiscale:
il nuovo contenzioso tributario - 9

Tra le modifiche, l’esecutività immediata delle sentenze di condanna al pagamento di somme in favore del contribuente, a oggi subordinata al passaggio in giudicato
figura generica

Il Dlgs 156/2015 apporta significative modifiche al capo IV del Dlgs 546/1992, relativo all’esecuzione delle sentenze tributarie, seguendo la direttrice indicata dal principio di delega: “immediata esecutorietà, estesa a tutte le parti in causa, delle sentenze delle commissioni tributarie” (articolo 10, comma 1, lettera b, n. 10, della legge 23/2014). CONTINUA ARTICOLO..

 

Estratto da fiscooggi.it articolo del 5 novembre 2015 F.to G. Morelli e M. Proietti.

Legge di Stabilità 2016: ammortamento del 140% per l’acquisto di un’automobile

Andrea Rosana 26 ottobre 2015 www.lavorofisco.it

Legge di Stabilità 2016: ammortamento del 140% per l'acquisto di un'automobile
Anche l’automobile rientra tra i beni strumentali che beneficeranno del super ammortamento del 140%, ma solo piccola cilindrata

La legge di Stabilità, in un progetto di rilancio dei consumi e degli investimenti, ha previsto il cosiddetto “super ammortamentoLETTURA ARTICOLO

La Certificazione unica manda in soffitta il 770

La Certificazione unica manda in soffitta il 770
 
La Certificazione unica manda in soffitta il 770 semplificato. Dal prossimo anno, il datore di lavoro che invia all’Agenzia delle entrate la Certificazione unica con le ritenute relative ai redditi dei lavoratori non dovrà più duplicare l’operazione d’invio, essendo le due trasmissioni «equiparabili».
 
Estratto da www.italiaoggi.it articolo del 24 ottobre 2015 F.to Gloria Grigolon

Dalla revisione della riscossione nuove chances per pagare a rate

 
 
Chi è decaduto dal piano di dilazione negli ultimi due anni, ha la possibilità di essere riammesso ai versamenti frazionati, facendone richiesta a Equitalia entro il 21 novembre
Dalla revisione della riscossione |nuove chances per pagare a rate

È da oggi in vigore il decreto legislativo 159/2015 (“Misure per la semplificazione e la razionalizzazione delle norme in materia di riscossione”), che contiene, tra l’altro, alcune misure di favore per i contribuenti debitori nei confronti di Equitalia.
A ricordare le nuove opportunità in materia di rateizzazione, un comunicato stampa della stessa società di riscossione.
 
Per i piani di dilazione concessi a partire dal 22 ottobre 2015, si decade dal beneficio in caso di mancato pagamento di cinque rate ma, “onorando” le rate scadute, è possibile richiedere un nuovo piano di rateizzazione e riprendere i pagamenti. CONTINUA SU WWW.FISCOOGGI.IT

 

Estratto da fiscooggi.it del 22 ottobre 2015 F.to r.fo.

Reverse charge: i nuovi confini individuati, descritti, interpretati

Reverse charge: i nuovi confini

individuati, descritti, interpretati
Sono escluse dall’applicazione del meccanismo le attività di pulizia specializzata di impianti e macchinari industriali, in quanto questi strumenti non rientrano nella nozione di edifici
immagine

Pubblicata la circolare n. 14/E del 27 marzo che chiarisce alcuni punti in merito all’estensione del meccanismo dell’inversione contabile (reverse charge) a nuove operazioni nei settori edile ed energetico e alle cessioni di pallet (bancali in legno) recuperati ai cicli di utilizzo successivi al primo; l’ampliamento, deciso con la legge 190/2014 (Stabilità 2015), è entrato in vigore lo scorso 1 gennaio, pertanto, tutte le operazioni successive a tale data sono assoggettate alla nuova normativa.
L’inversione contabile, con l’obiettivo di contrastare le frodi, ricordiamo, trasferisce gli obblighi di assolvimento dell'imposta dal cedente all’acquirente.

.......Continua su www.fiscooggi.it

 

 

(Estratto articolo fiscooggi.it del 27 marzo 2015  f.to Antonio Lazzetta)

Per appuntamenti, informazioni o altro chiamateci allo

0362 / 19.70.211

oppure scriveteci all'indirizzo info@geaweb.eu

 

Potete compilare anche il nostro modulo online.



Contattateci per un appuntamento

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GEA Studio Consulenza Fiscale Tributaria Via Cadore 9 20831 Seregno Partita IVA: IT01635420092 Tributarista iscritto all'Istituto Nazionale Tributaristi INT n. 2200 di cui Legge n.4 del 14 gennaio 2013 Ogni visitatore è pregato di prendere visione dei termini e delle condizioni del sito, comunque, proseguendo la navigazione, il visitatore, ne accetta integralmente il contenuto.